È possibile combattere la dannosa tendenza alla vita sedentaria? La risposta è ovviamente sì.
Negli ultimi anni il concetto di salute è stato affrontato in maniera sempre più generale, includendovi aspetti quali benessere psicofisico e alimentazione corretta.
È in quest’ottica che, nel gennaio 2004, l’OMS ha lanciato la Strategia globale per la dieta, l’attività fisica e la salute, con l’obiettivo di promuovere l’educazione alimentare tramite azioni volontarie individuali sui temi della dieta e dell’attività fisica.
Purtroppo, alcuni studi dimostrano che il divario tra conoscenza teorica di buone pratiche e loro effettiva applicazione, è ancora molto vasto.
Le persone infatti, assorbite da ritmi di vita frenetici e lavori d’ufficio, hanno sempre meno voglia di muoversi e cercare così di diminuire, anche solo con piccoli accorgimenti, la loro sedentarietà.
È dimostrato che, la scarsità o la totale assenza di un’attività fisica regolare unita ad un’alimentazione scorretta, rende il nostro organismo meno propenso ad assimilare gli alimenti che introduce, con conseguente aumento del grasso corporeo.

Combattere la sedentarietà non è solo possibile ma è anche molto semplice.
Vediamo quali sono i 10 facili comportamenti che è possibile attuare anche nelle classi per combattere la vita sedentaria.

  1. Fare le scale: stop agli ascensori. Che siano 10 o 50 gradini, sfruttate questa preziosa opportunità di esercizio.
  2. Andare al lavoro a piedi o in bicicletta: se le distanze lo permettono, cercate di sfruttare l’energia del corpo, invece di quella dei mezzi pubblici, per raggiungere il posto di lavoro.
  3. Passeggiare: sono sufficienti 30 minuti per contribuire non solo al benessere del corpo ma anche a quello della mente.
  4. Sport: non sono necessari palestre o personal trainer. Bastano pochi esercizi ripetuti ogni giorno e con costanza, anche nel salotto di casa vostra, per migliorare notevolmente il vostro tenore muscolare.
  5. Movimento sul lavoro: passiamo moltissime ore seduti alla scrivania. Cerchiamo di mantenere una postura eretta davanti al computer e fare piccole pause cogliendo l’occasione di ruotare il collo o piegare e distendere le gambe sotto la scrivania, per evitare che i muscoli si intorpidiscano.
  6. Ascoltare musica: fare di noiose incombenze come la pulizia della casa, un momento divertente per scaricare la tensione, può portare al nostro organismo moltissimi benefici.
  7. Stop alla pigrizia: “incomincio domani” non è un buon alibi. Impegno, determinazione e tempestività sono le parole d’ordine.
  8. Fissare degli obiettivi: vedere la luce alla fine del tunnel è molto importante per incentivare la motivazione personale. Darsi dei piccoli traguardi e premiarsi quando li si raggiunge. La soddisfazione crescente farà aumentare anche la voglia di proseguire sul percorso verso una maggiore salute.
  9. Limitare la tv: è importante cercare però di non protrarre il relax oltre il giusto tempo di recupero fisico. È sempre meglio coltivare un hobby, andare al parco, fare un giro in bicicletta. L’esposizione eccessiva a televisione, videogiochi, smartphone, non è buona amica della nostra salute.
  10. Alimentazione sana: non è un rimedio ma un alleato nella lotta alla vita sedentaria. Mangiare in maniera corretta, limitando l’assunzione di cibi grassi, zuccheri e alcolici renderà l’organismo più forte e pronto all’attività fisica.

In conclusione, fare una vita fisicamente attiva fa bene. Fa lavorare i nostri muscoli, il nostro cuore e i nostri polmoni, ci aiuta a sentirci meglio e riduce il rischio di malattie.
Cosa state aspettando a rimettervi in forma?