Halloween sta arrivando! Questa festività tradizionale americana è entrata ormai a pieno titolo nel nostro calendario, portando con sé la sua carica di allegria e… mostruosità! Bambini, ragazzi e persino genitori si divertono a mascherarsi da fantasmi, ragni, zombie per fare un giretto nel vicinato e chiedere qualche dolcetto.

Questa ricorrenza colorata e divertente invoglia ad organizzare feste in compagnia di genitori e amichetti ed è ormai un momento atteso e desiderato dai bambini per passare un pomeriggio da ricordare.

La situazione attuale ci porta a prestare attenzione ai momenti di socialità, senza però rinunciare a fare felici i più piccoli, i papà e le mamme. Ecco alcuni semplici giochi di movimento per una festa di Halloween giocosa, in cui vale una sola regola: restiamo a distanza, ma giochiamo insieme!

Il latte della strega

Luogo: outdoor (giardino o parco)

Occorrente: polvere magica (farina bianca), pettorine create con fogli A4 di carta colorata con diciture “zuccheri”, “lipidi”, “vitamine” e “proteine”, cinque cappelli da strega (uno per l’arbitro, quattro per i vincitori)

Come si gioca: il latte è nutriente perché contiene zuccheri, lipidi, vitamine e proteine. Si sa: le streghe vanno matte per il latte, dà loro l’energia per svolazzare sulle scope tutta la notte. Il latte però si è rovesciato sulla tavola della strega e adesso occorre una magia per ricomporlo prima che sia ora della sua merenda, altrimenti sono guai!

Spargete la polvere magica per terra formando quattro cerchi (diametro 1 metro, distanziati di 1 metro l’uno dall’altro e gruppi disposti ad almeno 1,5 metri tra loro) in modo da avere almeno un cerchio magico (1 posto) in meno rispetto ai vostri partecipanti. Create tutti i raggruppamenti necessari. Ogni gruppo di cerchi è una goccia di latte e ogni cerchio di polvere è uno dei quattro costituenti principali della bevanda. I bambini sono invitati a stare attorno alla tavola della strega – il campo di gioco – distanziati correttamente, ognuno con la propria pettorina e pronti al segnale della strega – l’arbitro. Al via, i bambini dovranno compiere la magia: raggiungere velocemente una postazione corretta per costituire una vera goccia di latte! Un posto è occupato dalle vitamine, uno dalle proteine, e così via fino a completare le gocce di latte. Le gocce “matte”, non costituite correttamente, non ricevono punti, così come chi resta fuori dalle postazioni. Coloro che formano una goccia di latte completa vincono 10 punti. Chi avrà totalizzato più punti tra gli zuccheri, i lipidi, le vitamine e le proteine vincerà il cappello della strega e… potrà gustarsi un bicchiere di latte insieme a lei.

Il bastone del Mago

Luogo: outdoor (giardino o parco)

Occorrente: Un bastone o un manico di scopa, sedie pari al numero dei bambini partecipanti, meno uno, alcune zucche come allestimento

Come si gioca: Disponete le sedie in cerchio nel giardino, con le sedute verso l’esterno, a distanza di almeno 1 metro l’una dall’altra, lasciando un ampio spazio al centro. Il centro del cerchio dovrà essere distante da ogni sedia almeno 2 metri. Seduti sulle sedie stanno i bambini, al centro starà il Mago, il bambino padrone del bastone magico, che terrà poggiato con la punta a terra. Il Mago nomina un suo nuovo aiutante, scegliendo tra i bambini seduti e lascia andare il bastone magico, allontanandosi. Riuscirà il nuovo Mago aiutante nominato a raccogliere il bastone magico prima che cada e perda i suoi poteri? Solo i più veloci sono meritevoli di diventare veri Maghi! A chi è troppo lento verrà tolta la sedia: al suo posto, una zucca su cui il bimbo siederà in attesa che il gioco trovi un Mago vincitore. Vince il bambino che resta in gara dopo che tutti gli altri hanno lasciato cadere il bastone magico.

Avvolgi il filo della ragnatela

Luogo: indoor o outdoor (soggiorno; giardino o parco)

Occorrente: filo di tela con ragnetti per ogni bambino partecipante, dolcetti o piccoli regali per ciascuno, alcune zucche come allestimento

Come si gioca: preparate il campo di gioco nascondendo in vari luoghi distanziati tra loro piccoli regali (caramelle, cioccolato, braccialetti, macchinine, …) e allestendo lo spazio come un vero campo di zucche! Se siete in casa, potete utilizzare come nascondigli: cassetti dei mobili, vani di librerie, gambe del letto e tutti i luoghi misteriosi che vi vengono in mente! Se siete all’aperto, la stessa cosa vale per cespugli, sassi, alberelli, siepi. Riponete in questi luoghi gli oggetti che avete scelto come doni – uno per ogni bambino presente – legatevi il filo con i ragnetti e fissateli con nastro di carta. A questo punto, svolgete il filo fino a portare ciascun capo in direzioni differenti e lontane. Fornite a ciascun bimbo il capo del suo filo e date il via alla gara. Il più veloce a riavvolgere il proprio filo di questa enorme ragnatela e a trovare il proprio dono… vince!

 

Al termine di tutto questo movimento, ci vuole una bella merenda a tema. Che ne dite di uno spider cupcake e un buon bicchiere di latte?