Lo sapevate che il latte nelle giuste dosi, o altri scarti della cucina o della vita casalinga possono essere ottimi fertilizzanti naturali per le nostre piante?
 
Ecco quali sono!

  • Il latte scaduto o i residui di latte che rimangono in fondo al cartone: se diluiti con acqua, possono essere un ottimo concime per le piante. Il latte è ricco di vitamine e sali minerali, preziosi nutrienti per il terreno in cui crescono i vegetali.
  • L’acqua di cottura delle verdure: è ricchissima di vitamine. Se non salata la possiamo usare per innaffiare.
  • Le bustine di tè usate e i fondi del caffè: se usati in piccole dosi (un cucchiaino al mese), sciolti in acqua, sono un altro ottimo concime naturale.
  • La cenere che si ottiene dopo la combustione della legna: per fornire alle piante una ricarica di potassio, possiamo usarla, ma con parsimonia: ne basta un cucchiaio grande ogni 2 mesi per vasi medio gradi, un cucchiaino da caffè per vasi più piccoli.