Genitori e insegnanti conoscono la fondamentale importanza dello sport negli anni della crescita. Oltre ad essere un metodo infallibile per socializzare e farsi nuovi amici, lo sport insegna la disciplina, il rispetto delle regole e degli altri, la lealtà e la capacità di auto-valutarsi, accogliendo vittorie e sconfitte con uguale consapevolezza e accettazione.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda l’attività aerobica (quindi con richiamo di ossigeno ai tessuti e aumento del battito cardiaco) moderata o intensa per bambini e ragazzi da 6 a 17 anni, per una durata non inferiore a 60 minuti al giorno. Valgono in questo caso anche i giochi e il semplice divertimento all’aria aperta!

Tra le attività sportive agonistiche esistenti abbiamo pensato di proporvene 5 davvero curiose, scovate in giro per il mondo. Solo alcuni sono praticabili con continuità e presenti in Italia, ma tutti sono veri e propri sport: ispirazioni divertenti e innovative da considerare!

  1. Baskin

L’italianissimo Baskin nasce a Cremona. La grande differenza rispetto al basket, da cui trae origine, è che in questo sport atleti con disabilità di varia entità e atleti normodotati possono concorrere proporzionalmente alla vittoria della squadra, con regole pensate ad hoc. Perché sport significa inclusione!

  1. Pallone con bracciale

Dal nostro Rinascimento arriva un progenitore del tennis che riscuote successi tra i nostalgici. Detto anche Palla Bracciale, il gioco consiste nel passarsi un pallone, tra due squadre da 3 atleti ciascuna, utilizzando non una racchetta, bensì un bracciale in legno del peso di circa 1kg avvolto al polso che presenta una serie di punte smussate. Mai far cadere la palla a terra!

  1. Hurling

L’hurling è una variante dell’hockey su prato di origine celtica, diffuso in Irlanda. Praticato con una mazza (hurley o caman) e una palla di cuoio (sliotar), l’obiettivo dei giocatori (15 per squadra) è segnare punto nella porta avversaria. La palla può essere spostata solo con la mazza, o presa con le mani e trasportata per non più di 4 passi o secondi, o rilanciata con piedi o mazza, anche al volo. Curiosamente, questo sport di squadra è tra i più veloci e avvincenti della categoria, più veloce dell’hockey su ghiaccio!

  1. Tamburello

Anche il tamburello è uno sport di squadra di antichissima origine. Giocato sicuramente in una prima versione dai Romani, ha conquistato la Torino del XVII secolo, per poi diffondersi in Francia alla corte di Luigi XIV. Le due squadre da 5 giocatori si rimandano una palla (oggi di gomma) utilizzando il curioso strumento del tamburello. Esiste la Federazione Italiana Palla Tamburello e vengono organizzati Campionati, dal 2012 anche Mondiali. 

  1. Capoeira

La capoeira è uno sport che intreccia musica, coordinazione e mosse mutuate dalla lotta. Originaria del Brasile, risale al periodo della colonizzazione portoghese, anche se la sua storia è di difficile ricostruzione, perdendosi nei meandri del passato. Sulla base della cadenza musicale e delle differenti melodie, i capoeristas agiscono diverse coreografie e mosse, molto suggestive ed eleganti. Curiosità: i giocatori possono in alcuni casi mostrare un colpo d’attacco senza eseguirlo, come a dire all’avversario: «Avrei potuto, ma non l’ho fatto!»

Ci sono alcuni sport che vi hanno ispirato? Lo speriamo!