Le belle giornate sono un invito ufficiale a trascorrere del tempo all’aperto, anche che si tratti di un pranzo. Organizzare un pasto al sacco con la famiglia e gli amici è un’attività piacevole, a parte quando non si dimenticano delle cose essenziali a casa. Ecco quindi, cosa portare a un picnic buono e pratico. 

1. Frittata fredda 

Le frittate sono un’ottima soluzione anche se consumate senza essere riscaldate. Provate a prepararla con zucchine e menta, il suo profumo sarà inebriante anche da fredda, perfetta come antipasto a quadrettoni già tagliati prima di partire. 

2. Insalata di cereali 

Un classico da confezionare già in monoporzioni utilizzando i vasetti dello yogurt: le insalate di riso, farro, orzo, miglio e cous cous sono immancabili ai pranzi all’aperto. Si preparano con tutto e si adattano ai gusti di ciascun invitato sul vostro telo da pi-nic. 

3. Sandwich ben fatto 

I panini sono la cosa più semplice da preparare, ma la più difficile da addentare se non si scelgono gli ingredienti giusti. Scegliete un elemento che garantisca croccantezza, uno che offra un tocco di freschezza, un altro per la morbidezza e infine uno più aromatico. Ricordate: quando si mangia al parco, il rischio di trovarsi sui pantaloni il pomodoro scivolato dal tramezzino è più elevato che a tavola. 

4. Dolce fuori frigo 

Fondamentale per chiudere il pic-nic con dolcezza, il dessert. Le possibilità sono tante, basta ispirarsi alla cucina povera regionale. Per esempio, in Emilia-Romagna si prepara tutt’ora la torta di riso, tipico dolce della provincia di Reggio Emilia a base di riso, latte e uova. 

5. Merenda dopo i giochi 

Giocare e passeggiare all’aperto dopo il pic-nic potrebbe riaccendere l’acquolina. Per spezzare il pomeriggio non dimenticate di portare con voi Zymil latte e Cioccolato, che unisce alla leggerezza del latte senza lattosio il gusto unico del cacao dell’Ecuador Altro Mercato.