Il latte non finisce mai di stupire per le sue molteplici proprietà, non solo in campo alimentare. Fra gli usi alternativi del latte spicca come pratico ed economico smacchiatore naturale.

È possibile riciclare latte avanzato per trattare diversi tipi di macchie e rigenerare tessuti e materiali. Vediamo come!

INCHIOSTRO

Siete quotidianamente alle prese con le macchie di inchiostro e pennarello su grembiuli e indumenti dei vostri bambini? Vi consigliamo di lasciare in ammollo per tutta la notte i capi sporchi in una bacinella d’acqua con latte freddo, meglio se acido. Strofinate poi delicatamente le zone macchiate e procedete con il lavaggio in lavatrice.

VINO

Per togliere le ostiche macchie di vino dalle tovaglie vi consigliamo di pretrattarle singolarmente con latte caldo prima del lavaggio in lavatrice.

MACCHIE DI MUFFA

Contro le macchie di muffa, immergete la porzione di tessuto da trattare nel latte bollente e risciacquate con acqua fredda.

ABITI BIANCHI DELICATI

Il latte ha anche il potere di ravvivare il colore di tessuti bianchi delicati, come la seta. Se desiderate riportare al bianco originale tessuti ingialliti, immergeteli in acqua e latte tiepido per circa mezz’ora, fateli asciugare senza esporli al sole e successivamente effettuate il solito lavaggio in lavatrice.

SCARPE, DIVANI, BORSE IN PELLE

In sostituzione di dannosi prodotti chimici, il latte può fare al caso vostro se avete l’esigenza di pulire e nutrire oggetti in pelle, come scarpe, divani e borse. Utilizzate una soluzione composta per metà da acqua e per metà da latte scremato, da passare con un panno inumidito e risciacquare con un altro imbevuto d’acqua.

Il Professor Strampalat vi ricorda di non sprecare latte, ma utilizzare solo quello avanzato!