Oggi vi proponiamo un bell’articolo scritto dagli alunni della classe quinta della scuola G. Rodari Cantona, che il 27 Marzo si è recata in visita alla Scuola del Latte.
Ben fatto ragazzi!
Buona lettura,
Professor Strampalat.

La classe quinta della scuola G. Rodari Cantona, si è recata, il 27 Marzo 2017, all’azienda Parmalat di Collecchio (PR) per approfondire l’attività di geografia riguardante il mondo del lavoro e in particolare il settore secondario.
Il signor Tanzi fondò la Parmalat nel 1961.
Il logo dell’azienda è un fiore i cui petali ricordano le gocce di latte.

Appena arrivati in azienda i ragazzi hanno incontrato una guida di nome Roberto che ha spiegato loro le regole per la vista in sicurezza, gli ha fatto vedere un filmato di 10 minuti e poi li ha fatti entrare nell’industria per capire tutte le fasi di produzione.
Il latte, una volta entrato nell’azienda, viene subito analizzato nel laboratorio per controllarne la qualità.
Poi va nei silos e nel pastorizzatore dove è scaldato a una temperatura di 74° per 15 secondi e poi subito raffreddato a 4°.

Con questa lavorazione, grazie al calore, i microrganismi vengono eliminati. Il latte viene poi imbottigliato, sigillato ed etichettato e messo insieme ad altre bottiglie in un celofan.
I macchinari confezionano i prodotti, li ordinano, li imballano e li posizionano su piattaforme chiamate pallet. I muletti poi trasportano i prodotti pronti per essere caricati sui camion e portati nei diversi negozi e supermercati per la vendita.

La ditta lavora 1 milione di litri di latte al giorno.

La Parmalat ha molti prodotti tra i quali: diversi tipi di latte, yogurt bianco, magro e alla frutta, besciamella, panna. Produce anche dessert come la coppa Malù, un budino al cioccolato con sopra la panna montata e i succhi di frutta Santal.
Collabora con altre industrie producendo ad esempio uno yogurt con il marchio “Vivo meglio”.

Il latte UHT è il prodotto più richiesto dai clienti perché è a lunga conservazione e si può tenere a temperatura ambiente per più di tre mesi.
Questo tipo di latte dura così a lungo perché viene scaldato ad alta temperatura; in questo modo vengono eliminati i microrganismi.

Gli alunni della classe quinta di Correggio sono rimasti sorpresi dalla elevata tecnologia di questa azienda! Ci sono macchine di tutti i tipi: muletti che si muovevano da soli, ganci automatici, nastri trasportatori ….
Questa elevata meccanizzazione aumenta la velocità di produzione e rende meno faticoso il lavoro degli operai.

Purtroppo però fa diminuire anche i posti di lavoro. I dipendenti della Parmalat sono 390 e svolgono il loro lavoro su tre turni perché la ditta produce 24 ore su 24.
La visita a questa azienda è un’esperienza sicuramente da consigliare perché è interessante e aiuta a capire meglio il mondo del lavoro in un modo affascinante e coinvolgente.

I Ragazzi e le Ragazze della classe quinta “Rodari Cantona” di Correggio