Care insegnanti, ormai lo sapete: il tema del concorso didattico del Professor Strampalat di quest’anno è l’alimentazione sportiva e il valore dello sport.
È infatti dimostrato che il segreto per il nostro benessere psico-fisico risieda nell’equilibrio tra una dieta sana e una regolare attività fisica.
Proprio su questo tema si è concentrato l’intervento della dott.ssa Michela Monici, della Ricerca Scientifica Parmalat, durante il seminario per le insegnanti del 15 ottobre 2015.
In particolare la Dott.ssa Monici, soffermandosi sulle linee guida per i fabbisogni nutrizionali e la sana e corretta alimentazione sportiva, ha dato alle insegnanti alcune informazioni molto importanti per elaborare la dieta di chi fa sport, oggetto del concorso didattico.
Di seguito ve ne riporto 5, certo che vi saranno di grande aiuto nella realizzazione del vostro elaborato di classe:

  1. Con alimentazione degli sportivi si parla di abitudini alimentari quotidiane, non di una dieta o scelte nutrizionali collegate a particolari eventi, strutturate specificamente per raggiungere una performance migliore.
  2. Non esiste un alimento completo al 100%: i nutrienti necessari al fisico, vanno assunti da tanti cibi diversi. È quindi importante variare le scelte a tavola.
  3. Dal punto di vista qualitativo, gli alimenti sono diversi: quelli più energetici vanno mangiati in minore quantità o meno spesso, l’importante è sempre assumerli secondo un principio di complementarietà.
  4. Dopo lo sport è necessario reintegrare le proteine perse: latte, yogurt o latticini in genere assunti un’ora dopo lo sport, aumentano e favoriscono la sintesi proteica.
  5. Per aumentare la massa muscolare, l’ideale è assumere latte prima di coricarsi. È stato inoltre dimostrato che il latte non solo aiuta a mantenere un buon equilibrio tra massa grassa e massa magra ma anzi aumenta la massa magra, a sfavore di quella grassa.

Non vi resta che mettervi al lavoro e ideare la dieta perfetta.

Buona fortuna dal Professor Strampalat!